Unità funzionale di Medicina Interna
Responsabile:

Prof. Luciano Sfogliano

Afferenti all'unità funzionale:

Dott. Antoci Salvatore,

Dott. Campanile Enrico,

Dott. Di Prima Pietro,

Prof. La Rosa Gabriele,

D.ssa Grasso Gaetana.

 

La medicina interna è la specializzazione medica che ha come oggetto la visione globale del malato, vi afferiscono medici internisti, cardiologi, neurologi, endocrinologi, diabetologi e oncologi.
Questa competenza richiede una vasta cultura medica, in grado di affrontare casi con patologie complesse o con pluripatologie che richiederebbero altrimenti l’intervento di più specialisti.
La medicina interna è quindi la specializzazione medica meno specializzata, nel senso che, non essendo dedicata ad una unica branca, mantiene la visione olistica del paziente. La figura del medico, nata come olista, per il progredire delle conoscenze, si è progressivamente evoluta per scissioni dall’iniziale separazione tra medico e chirurgo alle attuali super specializzazioni.
Il ruolo dell’internista è quindi quello di formulare un sospetto diagnostico che tenga conto del paziente nella sua unicità, avvalersi di un iter diagnostico che contempli consulenze ed esami specialistici e, alla fine, concretizzare la sintesi in una corretta diagnosi e terapia.
Le patologie più frequenti in cui si imbatte l’internista sono quelle sistemiche, di malattie cioè di un sistema che coinvolge tutti gli organi od apparati, esempi classici sono costituiti dalle malattie del collageno, dalla patologia autoimmune, dal diabete o dall’arteriosclerosi.
L’evoluzione naturale della medicina interna è in due discipline che non possono prescindere da una visione olistica e cioè la medicina d’urgenza e la geriatria. Nella prima, bisogna formulare la diagnosi più precisa abbracciando l’intero panorama diagnostico nel minor tempo al fine di instaurare il più precocemente possibile l’opportuna terapia sapendo che molto spesso non si avrà la possibilità di una successiva rivalutazione (bisogna far centro al primo colpo).
Nell’ambito della Casa di Cura “G.B. MORGAGNI” l’attività professionale di ciascun specialista è vista in funzione del gioco di squadra con “passaggi” (interrelazioni e consulenze) il più precisi e veloci possibili per arrivare alla diagnosi e terapia (goal). Nessun medico oggi può, da solo, ottenere i brillanti risultati che invece si ottengono orchestrando un fitto lavoro polispecialistico. Il gold standard per noi è che il paziente non appartiene al singolo specialista bensì al gruppo tramite l’internista che facilita l’instaurazione di un gratificante rapporto di alleanza terapeutica con il paziente.

L'accesso non è contrattualizzato con il Sistema Sanitario Nazionale e pertanto si configura con il paziente in rapporto privato.

CONTATTI
Tel. 095 238 655 (Dr.ssa L. D’Anna, ore 9-13)